123 Flash Menu Placeholder.
Home Page Hamid Barole Abdu
    English

Hamid Barole Abdu è nato ad Asmara, Eritrea, nel 1953. Dal 1974 vive in Italia e da sempre ha mostrato interesse per la prosa, la poesia e il teatro. Tra i suoi lavori:
1986- Eritrea, una cultura da salvare (Ufficio stampa del comune di Reggio Emilia); Un opuscolo riguardo la storia, le tradizioni e la cultura dell'Eritrea.

1996- Akhria, io sradicato poeta per fame (Libreria del teatro, Reggio Emilia). Il testo sempre nel 1996 ha vinto la tredicesima edizione del premio letterario "Satyagraha" di Riccione;
2001- Sogni ed incubi di un clandestino (Edizioni Aiet). Strettamente legata all'esperienza migratoria, questa raccolta di poesie è incentrata sui temi della nostalgia e del distacco dalla patria di origine.
2005- Come in spiaggia non farsi scambiare per un venditore d'accendini. Il racconto pubblicato sia nell'antologia "Migrantemente. Il popolo invisibile prende la parola" che all'interno del testo "Seppellite la mia pelle in Africa", rappresenta una sorta di decalogo per chi, pur avendo la pelle nera, vuole concedersi una vacanza in spiaggia.
2006- Seppellite la mia pelle in Africa (Edizioni Artestampa). Questa collezione di poesie e brevi racconti ha vinto nel 2007 il premio Multietnicità e Intercultura. In edizione bilingue italiano inglese, questa raccolta nasce da un viaggio intrapreso nel 2004 lungo il confine eritreo-sudanese. Durante il viaggio, l'autore ha visitato numerosi campi profughi dove gli eritrei vivono in condizioni drammatiche. Su sua iniziativa, Hamid, ha deciso di devolvere il ricavato del libro ai bambini in età scolare. Tutti i fondi raccolti sono stati utilizzati al fine di acquistare materiali didattici e dunque per dare ai bambini l'opportunità di accedere all'istruzione.

2009- Le scimmie Verdi. Esilarante scambio di abiti ed identità tra un italiano e un immigrato, la performance teatrale, realizzata con il giornalista Daniele Barbieri, è stata presentata in più di cento città italiane. Il testo è altresì pubblicato nell'antologia "Limite acque scure", una raccolta di storie a cura di Massimo Avenali, Noubs edizioni.

2010- Il volo di Mohammed (Libertà Edizioni). Nella stessa antologia è contenuta una poesia dal titolo omonimo "Il volo di Mohammed" scelta per vari concorsi di poesia e trasformata in un cortometraggio visibile al link: https://www.youtube.com/watch?v=yBHhrbMctRo
 

2013- Rinnoversi in segni erranti (Graphic Line, Faenza). In questa raccolta l'autore ribadisce il suo coinvolgimento verso le condizioni degli immigrati. Tali condizioni si traducono in frammenti di vita e di morte, spesso inevitabilmente sovrapposti.
 

2014 Ha contribuito con alcune poesie alla raccolta "Sotto il cielo di Lampedusa- Annegati da respingimento". Si tratta di un'antologia con prefazione di Erri de Luca pubblicata da Rayuela.

Oltre alle pubblicazioni, l'autore collabora con riviste e giornali online, partecipa regolarmente a seminari ed organizza incontri con i ragazzi delle scuole. Per quanto riguarda l'attività teatrale, ci sono in cantiere i seguenti lavori: "B.H.O, Cosa farà il nuovo presidente degli Usa", "Omsizzar- il ruolo dei mass media sul fenomeno migratorio" e "The black memory" performance teatrale che ricostruisce la storia dell'Africa a partire dalla tratta degli schiavi fino all'era della globalizzazione. In ultimo, il lungometraggio "Il vicario del Diavolo" racconta di un ragazzo egiziano e di un affare di terrorismo internazionale.

 

"Poesie attraverso la perla dell'Africa" (a cura di Hamid Barole Abdu), raccolta di poesie scritte dagli

studenti del College School dell'Università di Makerere - Uganda

 

"L'infanzia tra guerra, sangue e violenza" sono  racconti di persone, adesso adulte,  che durante l'infanzia hanno vissuto traumi pesanti durante la guerra civile in Uganda negli anni '80.

 

"Genocidio in Ruanda - Testimonianze dei sopravvissuti". Sono le testimonianze dei sopravvissuti al genocidio ruandese, in circa 100 giorni sono stati sterminati tra 800 mila e un milione di popolazione Tutsi e più di due milioni di feiti.

 

Antologia di poesie dei giovani ugandesi - 2017

Per informazioni più dettaglaite sul progetto, per una sua presentazione o per acquistare il libro si consigliano i seguenti recapiti:

 

http://www.hamidbarole.it/default.htm

http://www.facebook.com/baroleabdu

hamidbarole@libero.it

 

Italia: ++339.339.5919387

Uganda: ++256(0)783265136